Acquisto auto elettriche e ibride. Ecobonus confermato per il 2020

Restano invariate le modalità di utilizzo

Gli incentivi per le auto elettriche o ibride, il così detto Ecobonus, ci saranno anche nel 2020. Nulla è stato cambiato e rimane, quindi, la naturale scadenza fissata per il 31 dicembre 2021. 

Le regole dell’Ecobonus 2020 sono le stesse di quello del 2019. Nulla è stato modificato su questo fronte. Il contributo che sarà erogato dipenderà, quindi, dalle emissioni inquinanti dell’auto che si andrà ad acquistare. Se l’auto, che deve essere nuova e non costare più di 50.000 euro (IVA esclusa), non emette più di 20 grammi di CO2 al chilometro verrà riconosciuto uno sconto di 4.000 euro. Questo è il caso, per esempio, delle auto elettriche. Nel caso l’auto nuova emetta da 21 a 70 grammi di CO2 al chilometro, come le auto ibride, il contributo scende a 1.500 euro.
Tuttavia, rottamando contestualmente un’auto Euro 1, 2, 3 o 4 il contributo sale a 6.000 euro e a 2.500 euro. L’auto che si rottama deve essere intestata alla stessa persona fisica o giuridica che acquista l’auto nuova. Il valore delle emissioni inquinanti è quello riportato sul libretto di circolazione. L’Ecobonus 2020 è sommabile ad eventuali altri incentivi regionali.
 
Le persone non dovranno fare nulla per richiedere l’Ecobonus se acquistano un’auto compatibile. Tutto l’iter spetterà al venditore che dovrà applicare uno sconto sull’auto del valore dell’incentivo. Lo sconto verrà rimborsato dal costruttore che a sua volta lo recupererà sotto forma di credito d’imposta. Nessun problema in caso di acquisto con finanziamento o leasing, l’ecobonus rimane sempre valido. Chi intende quindi acquistare un’auto a basse emissioni inquinanti o elettrica nel corso del 2020 potrà ancora usufruire di questi incentivi.
 

Ufficio stampa e media

Progetti di rete

Scopri i progetti dell'Unione Provinciale Artigiani di Padova

© Unione Provinciale Artigiani Padova, Piazza de Gasperi 22, Via Masini 6, tel. 049 8206311 - 049 8206154, c.f. 80008710289