Autotrasporto merci. Fino al 31 maggio possibile chiedere allo Sprav i punti dell'accordo regionale

Lo Sportello Sprav di Confartigianato Padova assiste le imprese

C’è tempo fino al 31 maggio 2019, per poter richiedere allo Sprav l’applicazione dei punti previsti nell’Accordo Regionale di Lavoro e riportati di seguito.  In data 05/11/2018, è stato siglato il contratto collettivo regionale di lavoro per i dipendenti delle imprese del settore AUTOTRASPORTO MERCI del Veneto.

 
Importante novità: Le normative presente nell’accordo si applicano ai dipendenti -delle imprese non artigiane del settore autotrasporto c/terzi purchè associate alle associazioni artigiane firmatarie la presente intesa e versanti EBAV e SANI IN VENETO.
 
 
-delle imprese artigiane del settore autotrasporto c/terzi, così come definite dalla legislazione vigente nonché ai dipendenti di imprese artigiane aventi sede legale in altre regioni quando siano assunti in unità locali ubicate nel Veneto;
 
Le parti firmatarie, dopo lunghe trattative, anche in conformità a quanto stabilito nell’accordo sottoscritto il 23.2.2018 relativamente alla prima applicazione in Veneto del CCNL 03.12.2017, con questa innovativa intesa hanno disciplinato tre distinte aree.
 
1.Istituti normativi e relativi campi di applicazione 
Nella parte prima si disciplina il pagamento in forma rateale anticipata della 13^ e della 14^, l’attuazione dell’orario di lavoro plurimensile, la procedura semplificata per l’utilizzo dei sistemi geo satellitari, l’applicazione della normativa sul ritiro patente, l’attuazione nel Veneto delle norme premiali a sostegno delle imprese.   
 
2.Procedure di comunicazione tramite SPRAV
Vengono delineate le procedure e le comunicazioni SPRAV da inviare in merito all’applicazione della normativa sull’estensione dell’orario di lavoro dei profili D – G – H, alla discontinuità ex art. 11 bis, alla normativa relativa al carico e scarico merci in ordine all’art. 30 del CCNL 3/12/2017 e le comunicazioni per le agevolazioni previste per le nuove assunzioni.
 
Le aziende devono porre particolare attenzione alle procedure previste nella seconda parte dell’intesa, le stesse sono da attuarsi con comunicazioni e tempistiche specifiche allo SPRAV (si veda ad esempio la dichiarazione di discontinuità di cui all’art. 11 bis del CCNL 3.12.2017).
 
3. Introduzione del welfare aziendale.
 
Per quanto sopra esposto si rimanda alla lettura del contratto regionale (di seguito allegto) e si informa che nel sito EBAV è stata inserita la modulistica SPRAV utile e le relative istruzioni per presentare correttamente le domande. 

Si ricorda che le comunicazioni di cui alla seconda parte del CCRL devono pervenire allo SPRAV (presso Ebav) per il solo tramite delle Associazioni Provinciali Artigiane firmatarie dell'accordo, il tutto dovrà essere fatto pervenire allo Sportello SPRAV entro il 31 maggio 2019. 
 
Lo sportello SPRAV di CONFARTIGIANATO PADOVA è a disposizione per qualsiasi chiarimento e per ricevere le richieste suddette al numero 049/8206117 – 049/8206502 e alla seguente mail spravconfartigianatopadova@upapec.it
 

Allegati

Ufficio stampa e media

Progetti di rete

Scopri i progetti dell'Unione Provinciale Artigiani di Padova

© Unione Provinciale Artigiani Padova, Piazza de Gasperi 22, Via Masini 6, tel. 049 8206311 - 049 8206154, c.f. 80008710289