Canone speciale RAI per le imprese

Se non è dovuto ecco come tutelarsi

 In questi giorni le aziende venete tornano a ricevere i solleciti di pagamento del canone Rai in alcuni casi non dovuto.

Ricordiamo infatti che la norma in vigore dice che le aziende che devono pagare il canone speciale Rai sono quelle dove nella propria sede è presente un televisore o altro apparecchio in gradi di sintonizzare una televisione. A titolo di esempio:
gli esercizi pubblici, i locali aperti al pubblico, gli uffici ed i titolari di apparecchi televisivi diversi dall’ambito familiare. Questi continuano a pagare il canone speciale con, scadenze, tariffe e regole degli anni scorsi in bolletta elettrica;
Invece se l’azienda ha in sede computer o gli altri device collegati, non è dovuto il canone RAI se privi di sintonizzatore TV: ogni apparecchio originariamente munito di sintonizzatore (es. un televisore), anche se usato solo per guardare Dvd, paga comunque il canone speciale; il classico computer connesso in rete, che in teoria consente la visione dei programmi RAI via Internet, è esente dal canone a meno che non sia anche sintonizzato con l’antenna televisiva o con la ricezione del segnale, terrestre o satellitare.
Se si rientra in questo secondo caso e si riceve il sollecito di pagamento da parte della Rai, Confartigianato consiglia di compilare e spedire una raccomandata (con ricevuta di ritorno) alla Rai dove viene scritto che non si è tenuti al pagamento del canone speciale.
 
In allegato è qui scaricabile il modellino fac simile della raccomandata da spedire
 
Ricordiamo che L’importo del canone speciale RAI, che dallo scorso anno si paga nella bolletta elettrica, varia per tipologia di attività (alberghi, altre strutture turistiche, esercizi pubblici, negozi e botteghe, banche, ospedali e cliniche, studi professionali, associazioni, ecc.).
Dal punto di vista fiscale, le imprese indicano in dichiarazione dei redditi il numero di canone speciale alla Radio od alla Televisione; l’importo può essere portato in deduzione dal reddito d’impresa qualora sussistano i presupposti fiscali.
 

Allegati

Ufficio stampa e media

Progetti di rete

Scopri i progetti dell'Unione Provinciale Artigiani di Padova

© Unione Provinciale Artigiani Padova, Piazza de Gasperi 22, Via Masini 6, tel. 049 8206311 - 049 8206154, c.f. 80008710289