Coronavirus: assenza da lavoro del personale dipendente

Le regole da seguire

Gli esperti di Confartigianato Imprese Padova riassumono le regole per affrontare la situazione di questi giorni

Cosa fare in caso di assenza del personale per effetto dell'emergenza Coronavirus? Quando si può accedere agli ammortizzatori sociali?
A questa e ad altre domande rispondono gli esperti di Confartigianato Imprese Padova, offrendo una breve guida per affrontare la situazione.

ASSENZA DAL LAVORO DEL PERSONALE DIPENDENTE
 
Assenza per effetto di ordine di pubblica autorità (al momento solo Comune di Vo’ Euganeo)
Ove l’attività economica svolta dal datore di lavoro sia sospesa per ordine dell’autorità pubblica (ad oggi solo le imprese del Comune di Vo’ Euganeo v. ordinanza comunale nr. 2 del 22/02/2020) per una corretta gestione delle assenze da lavoro del personale dipendente e la relativa esposizione a Libro Unico del Lavoro bisogna tener presente che si tratta di assenze non imputabili al datore di lavoro. 
In questo caso vi evidenziamo che potrebbe essere valutata la possibilità di richiedere l’ammortizzatore sociale.
 
Gestione calo di lavoro per effetto dell’emergenza mediante l’utilizzo di ammortizzatori sociali
(per aziende con sede in comuni non destinatari di provvedimenti dell’autorità pubblica)
Imprese con sede in zone non destinatarie di provvedimenti di emergenza qualora a seguito delle restrizioni formali in essere in tutto il Veneto vi sia calo o mancanza di lavoro comunque riferibili all’emergenza sanitaria in essere, si potrà valutare l’eventuale utilizzo degli ammortizzatori sociali.

Assenza di dipendente residente in uno dei comuni posti in isolamento ma senza sintomi
Nel caso di un lavoratore che risiede in uno dei comuni posti in isolamento, l’assenza è giustificata, ma qualora non sia riscontrabile dal medico alcun sintomo influenzale, lo stesso non potrà essere posto in malattia. L’assenza andrà gestita in ottemperanza di quanto previsto dal CCNL di riferimento. In questi casi potrà essere organizzata l’attività con il lavoro agile (smart working) utilizzando le facilitazioni offerte dallo specifico accordo interconfederale Veneto per il settore artigiano che abbiamo siglato in data 20 Dicembre 2019.
 
Assenti per paura del contagio
Il lavoratore non residente in zone destinatarie di provvedimenti e che sia dipendente di azienda che non ha sede nelle medesime zone, il quale ritenga “la paura del contagio” motivo di per sé sufficiente a giustificare tale assenza sarà assente ingiustificato dal luogo di lavoro. Da tale situazione potranno scaturire anche i provvedimenti disciplinari.
CASI PARTICOLARI

Apprendistato duale
Rapporti di apprendistato duale (art. 43 e 45 del D.Lgs. 81/2015) fino a vigenza dell’emergenza stante la sospensione nell’intero Veneto delle attività scolastiche, gli studenti non devono svolgere attività a favore dei loro datori di lavoro (sia ore di formazione interna che di lavoro): ove queste ore fossero state calendarizzate nel periodo emergenziale, l’assenza si riterrà giustificata ma non produrrà obbligo retributivo. Non venendo calendarizzata, sarà cura delle parti, scuola e impresa, accordarsi per recuperarle in toto o in parte ove possibile.

Stages scolastici
Stages scolastici in genere con studenti fino a vigenza dell’emergenza stante la sospensione nell’ intero Veneto delle attività scolastiche gli studenti non devono svolgere le attività formative presso le imprese, se ne ricorreranno le condizioni l’attività sarà riprogrammata tra le parti terminato il periodo emergenziale;

Attività formative
Si segnala che durante il periodo emergenziale vengono sospese le attività formative esterne o interne all’azienda finanziate dal sistema pubblico (es. formazione esterna in costanza di rapporti di apprendistato professionalizzante, attività formativa o assimilabile collegate al progetto Garanzia Giovani), ovvero dalla nostra bilateralità (es. corsi sicurezza COBIS/EBAV/Edilcassa/CPR) o altro ancora (es. corsi con risorse Fondi Interprofessionali).

Per informazioni: 
Confartigianato Imprese Padova - Elisabetta Tono e Nikolas Vigato
Tel. 049.8206361 - 049 8206362
elisabetta.tono@upa.padova.it - nikolas.vigato@upa.padova.it
 

Ufficio stampa e media

Progetti di rete

Scopri i progetti dell'Unione Provinciale Artigiani di Padova

© Unione Provinciale Artigiani Padova, Piazza de Gasperi 22, Via Masini 6, tel. 049 8206311 - 049 8206154, c.f. 80008710289