Congedi parentali previsti dal Decreto Cura Italia

Il Patronato Inapa ti assiste per fare richiesta.

ll Decreto Cura Italia del 17 marzo ha previsto un congedo “specifico” (parentale) per i lavoratori dipendenti del settore privato, iscritti alla Gestione Separata e lavoratori autonomi (art. 23, c.1)

A decorrere dal 5 marzo 2020 e per tutto il 2020, per un periodo continuativo o frazionato di massimo quindici giorni, i genitori lavoratori dipendenti del settore privato, gli iscritti alla Gestione Separata e i lavoratori autonomi hanno diritto a fruire per i figli di età non superiore ai 12 anni, di uno specifico congedo.
Per questo congedo è riconosciuta una indennità pari al 50 per cento della retribuzione prevista in base alla propria tipologia lavorativa (i periodi sono coperti da contribuzione figurativa). 
 
La fruizione del congedo è riconosciuta alternativamente ad entrambi i genitori, per un totale complessivo di quindici giorni. 
Il limite dell’età non si applica nel caso di figlio disabile, iscritto a scuole di ogni ordine e grado o ospitato in centri diurni a carattere assistenziale, sempre nel rispetto dei 15 gg previsti (comma 5)
NB: I genitori che hanno già fatto richiesta e, alla data del 5 marzo, hanno già in corso un periodo di congedo parentale “ordinario” non devono presentare una nuova domanda. I giorni di congedo parentale saranno convertiti d’ufficio dall’INPS nel congedo di cui trattasi. 
 
IMPORTANTE: I predetti congedi e permessi non sono fruibili: ✓ se l’altro genitore è disoccupato/non lavoratore o con strumenti di sostegno al reddito ✓ se è stato richiesto il bonus alternativo per i servizi di baby-sitting

Cosa serve per la domanda?
- Carta d’identità e codice fiscale del genitore richiedente il congedo
- Fotocopia del codice fiscale del minore
- Fotocopia del codice fiscale dell’altro genitore
- Se si tratta di lavoratori dipendenti, busta paga di entrambi e genitori (non serve l’ultima)
- Delega al Patronato INAPA
- Periodo di congedo richiesto (indicare giorno e mese di inizio e giorno e mese di fine congedo, per un totale di 15 giorni di calendario)
- Data presunta del parto e data fine della maternità obbligatoria
- Indirizzo di residenza dei genitori e del minore, numero di telefono ed indirizzo di posta elettronica
 
Sei un lavoratore autonomo oppure iscritto alla gestione separata? Serviranno anche:
- Visura camerale
- Modello Sr163: modulo che va compilato con i dati della banca e dell’IBAN dove volete l’accredito. A p. 2, il funzionario della banca deve controfirmare l’IBAN, con relativo timbro della banca stessa. La firma finale deve invece essere della persona che richiede il congedo 
- Copia dell’ultimo anno di buste paga (solo se iscritto alla gestione separata)

Manda la documentazione completa via mail a: inapa@upa.padova.it 
 
Non puoi richiedere il congedo parentale specifico? Richiedi il bonus-babysitting
Si tratta di un importo di 600 euro per l’acquisto di servizi di baby-sitting da utilizzare per prestazioni effettuate nella forma del libretto di famiglia euro  
Invia una mail con oggetto Richiesta attivazione bonus-babysitting: inapa@upa.padova.it
 

Ufficio stampa e media

Progetti di rete

Scopri i progetti dell'Unione Provinciale Artigiani di Padova

© Unione Provinciale Artigiani Padova, Piazza de Gasperi 22, Via Masini 6, tel. 049 8206311 - 049 8206154, c.f. 80008710289