Energia. Aumento automatico di potenza

Una recente delibera AEEGI ha introdotto importanti novità

La delibera Aeegsi n.654/2015/R/EEL ha introdotto importanti novità in merito all’aumento “coatto” di potenza. L’articolo 8.2 del TIC - Allegato C autorizza infatti il distributore a fatturare, per le forniture nelle quali sia stato rilevato, per almeno due volte nell’arco dello stesso anno solare, un prelievo di potenza eccedente quella disponibile, il contributo di connessione.

Tale importo sarà fatturato in tutti i casi nei quali il POD abbia registrato i prelievi eccedenti la potenza disponibile ed autorizzerà, a tutti gli effetti e senza obbligo di comunicazione preventiva al Cliente, il distributore ad operare un aumento di potenza forzato.
L’intervento di aumento è in corso di svolgimento e verrà notificato alle aziende con ogni probabilità entro la fine del mese di Gennaio 2018.
Nel frattempo è opportuno valutare, con il contributo del proprio elettricista di fiducia, se il livello di potenza disponibile selezionato per la propria attività, sia nel caso di contatore alimentato in Bassa Tensione (BT) che in Media tensione (Cabina MT), sia effettivamente rispondente alle necessità aziendali, verificando con i dati la potenza disponibile ed impegnata (rilevamento dei picchi di potenza dal display del contatore) e pianificando il futuro prossimo in funzione dell’impiego di nuovi macchinari o necessità di utilizzo contemporaneo di apparecchiature energivore.
Nei casi in cui la procedura di analisi metta in evidenza la necessità di un aumento di potenza è necessario procedere con la procedura prevista. Essa prevede l’inoltro di una comunicazione al proprio fornitore (con apposita modulistica da richiedere o scaricabile dal sito del Fornitore) che, a sua volta, la invierà al distributore.
Solo a quest’ultimo spetta infatti la gestione delle modifiche inerenti la variazione della potenza del contatore elettrico, con relativo adeguamento della potenza disponibile nel contatore.
La variazione avviene con tempistiche proporzionali all’entità dell’incremento ed ha costi regolamentati dall’Aeegsi.
Se sei consorziato CAEM (Aziende) o hai attiva la convenzione con AIM Energy (Famiglie) e vuoi variare la potenza disponibile, manda una mail a energia@upa.padova.it. 
In ogni caso, per valutare se sia necessario variare la potenza disponibile, puoi contattare lo Sportello SOS Energia Confartigianato Padova al tel 049/8206385, inviare via fax la bolletta al n° 049/8206400 o utilizzare la mail già indicata.
 

Ufficio stampa e media

Progetti di rete

Scopri i progetti dell'Unione Provinciale Artigiani di Padova

© Unione Provinciale Artigiani Padova, Piazza de Gasperi 22, Via Masini 6, tel. 049 8206311 - 049 8206154, c.f. 80008710289