Giovani e imprese strutturate

Il nuovo volto delle Confartigianato Imprese di Padova

Bilancio positivo per Confartigianato Padova, che chiude la campagna tesseramento 2018 con più di 300 nuovi soci.

 
“La politica di rinnovamento associativo, avviata nel corso del 2017, ha dato buoni frutti – spiega il Presidente provinciale Roberto Boschetto. L’incremento del numero dei nostri associati dimostra che Confartigianato Padova continua ad essere altamente attrattiva e capace di esercitare un ruolo chiave nell’azione di governo del territorio. I corpi intermedi sono ancora in grado di essere punto di riferimento per il mondo dell’impresa. La nostra azione di lobby esercita ancora una forte efficacia nei luoghi della politica”.
 
Un terzo delle imprese neoiscritte ha avviato l’attività negli ultimi tre anni, i titolari sono under 40 nei settori della manifattura. Che cosa cercano? Cercano informazioni, linee di servizi innovativi, strumenti tecnologici, istruzione e formazione, accompagnamento nella gestione d’impresa. Anche la politica, in particolare quel 50% che opera nel forfettario, si aspetta rappresentanza e sostegno dei propri interessi. Sono gli imprenditori della gig-economy, che operano nel mondo dei servizi, fortemente tecnologici e dinamici.   
Il territorio rappresenta un valore strategico, l’Alta Padovana, con la sua vocazione imprenditoriale forte, crede nell’associazionismo, in forza di una partecipazione della base associativa ritrovata e motivata. Le imprese dell’Alta Padovana sono anche le più strutturate e aderiscono all’associazione per i servizi di welfare e fatturazione elettronica. 
 
Più in generale, tra i nuovi soci, i comparti maggiormente rappresentati sono installazione d’impianti, officine meccaniche e edilizia.
“Ci dà un’enorme soddisfazione scoprire che tra i nostri nuovi iscritti ci siano ben trentacinque edili – precisa Boschetto. Abbiamo lavorato duramente in questi anni per il rilancio di un settore che sembrava non potersi rialzare dopo anni di crisi. Abbiamo messo in campo numerosi progetti. Penso ad esempio al marchio CQ Casa di qualità e alla strategia di riqualificazione degli edifici esistenti “Abitare di qualità”. Non solo, abbiamo dato risposte concrete sul tema della sicurezza in cantiere con l’iniziativa SG Edil e tutt’ora stiamo portando avanti incontri proprio su questo tema. Gli edili hanno certo compreso questo nostro impegno”.
 

Ufficio stampa e media

Progetti di rete

Scopri i progetti dell'Unione Provinciale Artigiani di Padova

© Unione Provinciale Artigiani Padova, Piazza de Gasperi 22, Via Masini 6, tel. 049 8206311 - 049 8206154, c.f. 80008710289