Stanziati 36milioni di euro per comprare e ammodernare mezzi, semirimorchi e container

Presenta la domanda per accedere ai fondi ministeriali dal 18 settembre 2017

Anche per le 8.790 imprese artigiane del settore dei trasporti, è in arrivo l’opportunità di acquistare nuovi veicoli a metano, rimorchi, semirimorchi e casse mobili oppure radiare o rottamare i veicoli ormai obsoleti, grazie a 35,9 milioni di euro, messi a disposizione a livello nazionale dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture. 

Confartigianato Trasporti Veneto ricorda che dal 18 settembre, esclusivamente per via telematica, i professionisti potranno presentare la domanda per accedere a tali fondi per rinnovare e adeguare il parco veicolare, acquisire beni strumentali per il trasporto intermodale oppure favorire iniziative di collaborazione e di aggregazione fra le imprese del settore.
 
L’importo massimo ammissibile per gli investimenti per singola impresa non può superare euro 700.000. Gli investimenti sono finanziabili esclusivamente se avviati dalla data di entrata in vigore del Decreto ed ultimati entro il 15 aprile 2018 e le domande per accedere ai contributi devono essere presentate a partire dal 18 settembre 2017 ed entro il termine perentorio del 15 aprile 2018. 
 
“I fondi messi a disposizione quest’anno sono maggiori rispetto a quelli dell’anno scorso – commenta Nazzareno Ortoncelli Presidente regionale veneto del comparto – certamente non basteranno per soddisfare tutte le richieste ma rappresentano, in ogni caso, un passo in avanti per l’ammodernamento delle flotte”. “Un aiuto – continua Ortoncelli – che arriva con un tempismo perfetto in un momento in cui anche per il nostro comparto, almeno qui in regione Veneto, sembrano aprirsi spiragli di una ripresa. Le specifiche relative alla presentazione della domanda saranno rese disponibile dal Ministero a partire dall’11 settembre”. 
 
Le cifre messe a disposizione sono destinate all’incentivazione a beneficio delle imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi attive sul territorio italiano, in regola con i requisiti di iscrizione al REN e all’Albo degli autotrasportatori. 
 
Per i seguenti investimenti sono destinati gli importi di seguito specificati: 
 
a) 10,5 milioni di euro per acquisizione di autoveicoli, nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate a trazione alternativa a metano CNG, gas naturale liquefatto LNG e elettrica (Full Electric); 
 
b) 10 milioni di euro per radiazione, per rottamazione o per esportazione al di fuori del territorio dell’Unione europea, di veicoli pesanti di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate, con contestuale acquisizione di veicoli nuovi di fabbrica conformi alla normativa euro VI di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate; 
 
c) 14,4 milioni di euro per acquisizione di rimorchi e semirimorchi, nuovi per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO, dotati di dispositivi innovativi volti a conseguire maggiori standard di sicurezza e di efficienza energetica; 29/08/17 
 
d) 1,050 milioni di euro per l’acquisizione di casse mobili e rimorchi o semirimorchi portacasse, così da facilitare l’utilizzazione di differenti modalità di trasporto in combinazione fra loro, senza alcuna rottura di carico. 
 
Per informazioni contattare il referente Diego Boscolo 3454416784 - diego.boscolo@upa.padova.it
 
 
 
 
 
 
31 agosto 2017

Allegati

Informazioni

Leggi tutto

Ufficio stampa e media

Progetti di rete

Scopri i progetti dell'Unione Provinciale Artigiani di Padova

© Unione Provinciale Artigiani Padova, Piazza de Gasperi 22, Via Masini 6, tel. 049 8206311 - 049 8206154, c.f. 80008710289